Tiro di Guancia Vs Tiro di Polmone - Come Scegliere il Liquido Giusto?

Pubblicato da Stefano 20/08/2017 3 Commenti Informazioni Utili,

Al contrario di quanto si possa pensare, non tutti i liquidi per sigaretta elettronica sono "adatti" a tutte le sigarette elettroniche. Esistono differenze sostanziali tra i vari atomizzatori che sono utilizzati per vaporizzare i liquidi ed è quindi immaginabile che esistano delle differenze anche nei liquidi stessi (oltre ovviamente a quelle aromatiche). Come possiamo quindi capire quali siano i migliori liquidi per la nostra sigaretta elettronica? Ci sarebbero tantissime variabili da considerare ma esporremo di seguito alcuni approfondimenti che potrebbero rivelarsi utili per massimizzare la gratificazione nello svapo e magari trovare il liquido migliore per la propria sigaretta elettronica.

Ognuno di noi ha esigenze particolari o comunque preferenze, per questo esistono sul mercato migliaia di prodotti con caratteristiche diverse tra cui scegliere.  Tutti i set-up, che siano elettronici o meccanici, grandi o piccoli, prevedono l'utilizzo di un atomizzatore che contenga un elemento incandescente (Coil) per vaporizzare i liquidi.  La differenza sta nel tipo di "resa" che questi diversi prodotti possono restituire.


Tiro di Guancia Vs Tiro di Polmone

Il "tiro di guancia" è quel modo di svapare che emula la tirata di sigaretta, mentre il "tiro di polmone" è l'inalazione diretta del vapore nei polmoni senza fermarlo prima nella bocca. Chi predilige un tiro di guancia, quindi, non avrà bisogno di atomizzatori con 8 coil ed enormemente ariosi al contrario di chi invece cerca una produzione massiccia di vapore e non vorrà quindi flussi d'aria ristretti, single coil e basse potenze.

Possiamo insomma dividere i prodotti per lo svapo in due grandi categorie:

  • prodotti per tiro di guancia (in inglese MTL - Mouth to Lung)
  • prodotti per tiro di polmone (in inglese DLH - Direct Lung Hit)

Ci interessano particolarmente le differenze tra gli atomizzatori da guancia e quelli da polmone, vediamo le principali:

atomizzatore per tiro di guancia
atomizzatore per tiro di polmone
  • Restituiscono un'esperienza d'uso simile al "tiro di sigaretta"
  • Hanno un flusso d'aria regolabile ma piuttosto ristretto
  • Hanno canali di alimentazione del liquido più piccoli 
  • In generale consentono di utilizzare gradazioni di nicotina più elevate
  • Solitamente prevedono l'utilizzo di resistenze superiori a 1.0 ohm
  • Necessitano di meno potenza e consumano meno liquido
  • Pensati per generare grandi volumi di vapore
  • Il flusso d'aria solitamente è regolabile fino ad essere molto aperto
  • Hanno canali di alimentazione del liquido più grandi
  • Utilizzati con basse gradazioni di nicotina per evitare tiri troppo "graffianti"
  • Utilizzano una o più resistenze inferiori a 1.0 ohm (Sub-Ohm)
  • Necessitano di più potenza e consumano più liquido

 

Comparando le due tabelle possiamo renderci conto che ci sono delle differenze sostanziali tra un atomizzatore da "guancia" e uno da "polmone" e quindi anche che un liquido nato per essere svapato in un sistema potrebbe non essere adatto o gratificante nell'altro e viceversa.

A questo punto è utile un piccolo approfondimento su alcune delle sostanze che compongono i liquidi per sigaretta elettronica:

  • Glicole Propilenico (PG)
  • Glicerina Vegetale (VG)

 

differenze tra glicole propilenico PG e glicerina vegetale VG

  • Il PG è un liquido meno denso e più "leggero" rispetto alla VG ed è quindi più facilmente assorbito dal cotone, ha una resa aromatica migliore ed ha una "throat hit" più accentuata (il classico colpo in gola, tipico delle sigarette) ma produce poco vapore.
  • La VG è un liquido molto più denso e "pesante" rispetto al PG ed è quindi assorbito con più difficoltà dal cotone, ha una resa aromatica inferiore ma ha una "throat hit" quasi nulla e produce tanto vapore.  


Nei liquidi per sigaretta elettronica il rapporto tra queste due sostanze è espresso in percentuale, per convenzione solitamente prima il VG e poi il PG. Un liquido 70/30 avrà quindi una percentuale del 70% VG e 30% PG. 


Liquidi per Svapo di Guancia

Solitamente chi svapa di guancia utilizza resistenze superiori ad 1 ohm e potenze tra i 10-20 Watt, questo consente di mantenere basse le temperature delle resistenze stesse che non possono essere "raffreddate" dai copiosi flussi d'aria invece caratteristici degli atomizzatori da polmone.  Meno potenza equivale ad una vaporizzazione meno aggressiva, non si rendono quindi necessari nemmeno grandi flussi di liquido per mantenere bagnato il cotone. Per compensare le potenze inferiori ed il minor vapore generato, è preferibile utilizzare liquidi con una buona percentuale di PG (Glicole Propilenico) che,  come abbiamo detto,  favorisce la resa aromatica e la sensazione di "colpo in gola" (Throat Hit). Vaporizzando meno liquido in confronto agli atomizzatori da polmone, gli atomizzatori da guancia consentono anche di usare gradazioni più alte di nicotina (la nicotina contribuisce ad aumentare la senzazione di colpo in gola). I canali di alimentazione (i fori attraverso i quali il liquido viene assorbito dal cotone) degli atomizzatori da guancia sono calibrati per questo tipo di liquidi e sono dunque piuttosto piccoli per evitare possibili perdite, in quanto un liquido  poco denso passa nei fori molto facilmente.  Questo implica che se si volessero utilizzare liquidi più densi e con più percentuale di VG (70/30, 80/20, 100%VG) il cotone potrebbe far fatica ad impregnarsi di liquido con conseguenti attivazioni "asciutte" (Dry Hit) accompagnate dal tipico sapore di bruciato.  Alcuni atomizzatori da guancia riescono a gestire anche liquidi 70/30 ma sono sconsigliabili percentuali superirori.  In linea di massima, se utilizzate un set-up per svapo di guancia, i liquidi ideali sono quelli con percentuali VG/PG di 60/40 o 50/50 sia per evitare problemi di alimentazione del liquido che per incrementare la resa aromatica. Nei liquidi per sigaretta elettronica con percentuali di VG più alte, inoltre, la resa aromatica potrebbe risultare blanda in un set up da svapo di guancia in quanto il liquido e l'aroma sono calibrati per una vaporizzazione più aggressiva e massiccia.


Liquidi per Svapo di Polmone

Chi svapa di polmone spesso utilizza atomizzatori con resistenze "sub-ohm" cioè sotto 1 ohm e coil multiple (più elementi incandescenti), questo consente una produzione di vapore notevole, facilitata dai flussi d'aria importanti tipici di questi atom.  Per "spingere" tutti questi elementi incandescenti è necessaria più potenza che equivale ad una vaporizzazione più aggressiva. Per evitare tiri troppo "ruvidi" o "graffianti" dovuti alla grande produzione di vapore è preferibile utilizzare basse gradazioni di nicotina e liquidi con prevalenza di VG (Glicerina Vegetale) che come abbiamo visto ha una throat hit meno accentuata del PG e produce molto più vapore. La VG è un liquido molto denso, pertanto i fori di alimentazione del liquido negli atomizzatori da polmone sono più grandi di quelli presenti negli atom da guancia. Questo consente ad un liquido con prevalenza di VG (100% VG, 80/20 o 70/30) di essere assorbito con facilità. Ne consegue però, che se decidete di utilizzare un liquido più bilanciato tra VG e PG (es. 50/50) in un atomizzatore da polmone, potreste avere problemi di perdite di liquido in quanto questo sarebbe meno denso e passerebbe con troppa facilità nei grandi fori di alimentazione (alcuni atomizzatori per ovviare a questo problema hanno la possibilità di regolare anche il flusso di liquido oltre a quello d'aria). Generalmente, quindi, se utilizzate atomizzatori per tiro polmonare, è preferibile orientarsi su liquidi con percentuale di VG dal 70% in su, con basse gradazioni di nicotina (3 mg/ml o meno). Nei liquidi per sigaretta elettronica con percentuali di VG più basse (es. 50/50), inoltre, la resa aromatica potrebbe risultare troppo intensa e nauseante in un set up da svapo di polmone in quanto il liquido e l'aroma sono spesso calibrati per una vaporizzazione meno aggressiva tipica dei set up da guancia.


Conclusione

Alla fine, lo svapo è una questione di preferenze personali.  Non c'è niente di completamente giusto o completamente sbagliato e se una cosa per voi funziona e vi soddisfa, ben venga. Questo articolo cerca di dare delle linee guida generali e alcuni approfondimenti per aiutare soprattutto i vapers meno esperti ad orientarsi nella scelta dei liquidi pronti più adatti alla propria sigaretta elettronica. 
Se vi è stato utile o pensate possa esser utile a qualcun'altro, condividetelo!

3 Commenti

Marco:
05/12/2017, 01:09:47
Rispondi

Veramente un bell'articolo, grazie!

Filippo:
30/07/2018, 10:23:48, outletsigarettaelettronica.it/it
Rispondi

Articolo sulla sigaretta elettronica veramente interessante, concordo! Utilissimo nella scelta del dispositivo più adatto alle esigenze di ognuno, anche se per capirlo quando si è alle prime armi, bisognerebbe provare sia il polmone che la guancia. A me la guancia aveva conquistato immediatamente!

Eleonora:
24/09/2018, 15:40:42
Rispondi

In qualche riga hai chiarito tutti i dubbi che mi assalivano da settimane sul corretto utilizzo di resistenze e liquidi. Grazie mille

Lascia un commento

Loading...