Guida al Mixing Fai da Te - Preparazione Liquidi e Aromi per Sigaretta Elettronica

Pubblicato da Stefano 10/09/2017 2 Commenti Guide e Fai da Te,

Liquidi fai da te per sigaretta elettronica: guida

Questa guida è suddivisa in 2 parti principali, Mixing Base e Mixing Avanzato. La prima è dedicata a coloro che si avvicinano alla preparazione di liquidi per sigaretta elettronica per la prima volta e omette volutamente metodologie e concetti che causerebbero solo confusione, la seconda è più avanzata ed è dedicata a coloro che hanno già un minimo di padronanza nel miscelare basi neutre e aromi concentrati.  La preparazione di liquidi per sigaretta elettronica, con o senza aromi concentrati, può sembrare un processo complicato ma in realtà una volta comprese le dinamiche è un'operazione che tutti possono effettuare con successo.

In questa guida troverete risposte alle domande più comuni, ovvero "Quante gocce di aroma nel liquido base?" oppure "Quante gocce di aroma per 10 ml di base neutra?" o "Come miscelare gli aromi concentrati per peso o volume?" e potrete quindi imparare a preparare deliziosi liquidi per sigaretta elettronica fatti in casa!
 

AVVERTENZA: *

Doveroso iniziare con delle avvertenze per tutti: la nicotina è una sostanza pericolosa
Se pensate di usare basi contenenti nicotina o comunque di aggiungere nicotina ai vostri mix, maneggiatela sempre con cura. Indossate preferibilmente dei guanti per evitare il contatto con la pelle durante le vostre sessioni di "mixing" e riponete sempre le boccette o flaconi contenenti nicotina in un posto SICURO, lontano da animali e bambini. 

 

 

Parte 1: MIXING BASE

 

Un liquido per sigaretta elettronica non è altro che un insieme di sostanze miscelate insieme, vediamo quali:

Il PG e la VG formano la base neutra insapore ed inodore alla quale si aggiungono poi gli aromi.
Nel mio esempio utilizzerò una base neutra T-Svapo 50/50 con Nicotina 4 mg/ml.  
La sigla 50/50 indica il rapporto percentuale tra VG e PG contenuto nella base neutra e 4 mg/ml è la gradazione di nicotina, che in questo caso equivale a 4 milligrammi per millilitro.
Con la normativa TPD non è più consentito vendere liquidi contenenti nicotina in quantità superiori ai 10 ml, pertanto una base neutra da 100 ml con nicotina viene venduta in "bundle". Il bundle della base neutra T-Svapo 50/50 con Nicotina 4 mg/ml, ad esempio, è composto da un flacone (con capacità di 100 ml) riempito con 80 ml di VG e PG e a corredo 2 flaconcini da 10 ml con gradazione di nicotina a 20 mg/ml. Versando questi due flaconcini nel flacone con gli 80 ml si otterranno 100 ml di base neutra 50% VG/50% PG con gradazione di nicotina pari a 4 mg/ml.  
E' importante agitare bene la base neutra ed attendere qualche minuto prima di utilizzare il prodotto.

Una volta preparata la base neutra, siamo pronti per aggiungere gli aromi concentrati.

1.1 Aromi Concentrati per Sigaretta Elettronica

 

Esistono essenzialmente 2 tipologie di aromi concentrati: semplici e complessi.

Aroma concentrato alla fragola per sigaretta elettronica

Un esempio di aroma semplice può essere la Sweet Strawberry della Capella che come dice il nome è una fragola dolce, pura e semplice. Gli aromi semplici vengono spesso utilizzati insieme tra loro per creare "ricette" più sofisticate nelle quali un bouquet di aromi viene selezionato e miscelato nella base neutra, in percentuali prestabilite, per creare la ricetta finale. Questo ovviamente non significa che gli aromi semplici non possano essere diluiti da soli nelle basi neutre, qualora desiderato. 

Aroma concentrato agrumi e vaniglia per sigaretta elettronica

Un esempio di aroma complesso, invece,  può essere il Tweenside della Twisted Vaping che praticamente è già una "ricetta" finita in sè, contenente diversi aromi tra cui vaniglia francese, arancia rossa e altri agrumi (suona strano, ma è delizioso). Userò questo nel mio esempio.

Una volta scelto l'aroma bisogna capire in che quantità andrà miscelato alla base neutra.  
Su Vape Ministry, per facilitare le cose, nella scheda prodotto di ogni aroma concentrato viene indicata la diluzione consigliata dal produttore o comunque quella secondo noi adeguata in base alla nostra esperienza d'uso.  Questo è un valore "indicativo" di partenza in quanto i gusti possono essere estremamente soggettivi.  Quando si prova un aroma nuovo è preferibile preparare piccole quantità in modo da poter aggiustare le dosi, qualora necessario, nelle preparazioni successive.  

Supponiamo di voler preparare 15 ml di liquido con l'aroma Tweenside: 

Diluzione consigliata aroma sigaretta elettronica
come vediamo nella scheda prodotto dell'aroma Tweenside, la diluzione consigliata è del 16-21%.  A me personalmente piace al 20% quindi userò questo come valore di riferimento. Il 20% di 15 ml sono 3 ml. Dovremo quindi utilizzare 3 ml dell'aroma Tweenside nel nostro mix. Se non siete amanti dei calcoli, potete usare una qualsiasi applicazione per il calcolo delle percentuali
 

applicazione per calcolo percentuali aromi sigarette elettroniche



A questo punto bisogna fare una premessa: i metodi più semplici per miscelare i liquidi sono il metodo "a goccia" e quello "a volume".
Il metodo a goccia è decisamente meno preciso di quello a volume ma è più rapido e non richiede praticamente nessun materiale aggiuntivo, quello a volume è più preciso ma richiede materiale aggiuntivo come pipette in plastica e/o siringhe graduate.
Vediamoli entrambi, in ordine.


1.2 Metodo a Goccia

 

Materiale necessario:

Miscelare a gocce è un metodo utilizzato da molti per via dell'estrema praticità e permette di rispondere alla domanda: "Quante gocce di aroma bisogna utilizzare?"

Si procede assegnando un valore predefinito di gocce ad 1 ml di aroma. Solitamente 1 ml di aroma = 40 gocce.
Nel nostro caso abbiamo calcolato che per preparare 15 ml di liquido con aromatizzazione al 20% abbiamo bisogno di 3 ml di aroma, che corrispondono a: 3 ml x 40 gocce = 120 gocce.  
In genere le boccette degli aromi hanno il tappo con il dosatore contagocce ma nel caso in cui l'aroma ne sia sprovvisto (come nel caso in esempio) potete utilizzare qualsiasi pipetta opportunamente pulita (anche non graduata), magari di una vecchia boccetta di liquido acquistato in precedenza.

Una volta calcolate le gocce necessarie, possiamo procedere:

  1. versiamo direttamente nel flaconcino vuoto da 15 ml le 120 gocce di aroma
  2. riempiamo a tappo i restanti ml del flaconcino con la base neutra.

Fatto questo possiamo chiudere il flaconcino, agitarlo bene e lasciarlo riposare (vedere "Maturazione" più avanti).

Con questo metodo possiamo ovviamente anche rispondere alla domanda "Quante gocce di aroma in 10 ml?
Se ad esempio vogliamo diluire un aroma al 10% in 10 ml di liquido (10% di 10 = 1 ml), dovremo versare 1 ml di aroma e 9 ml di base neutra in un flaconcino da 10 ml. Abbiamo detto che 1 ml di aroma corrisponde a circa 40 gocce, per una diluzione al 10% verseremo quindi circa 40 gocce per ogni 10 ml totali di liquido.

Va sottolineato che questa metodologia è molto imprecisa. I contagocce, tra aromi di marche differenti, possono produrre gocce di grandezza diversa, pertanto non è detto che 40 gocce equivalgano sempre ad 1 ml. Tuttavia questo rimane un metodo valido per iniziare a miscelare gli aromi velocemente e consente, qualora l'aroma risultasse troppo blando, di aggiungere semplicemente qualche goccia in più oppure, nel caso l'aroma fosse troppo intenso, di ridurre le gocce utilizzate nelle preparazioni successive.


1.3 Metodo a Volume

 

Materiale necessario: 

Procedimento:

  1. con la siringa graduata, preleviamo 3 ml di aroma concentrato dalla boccetta e versiamoli nel flaconcino da 15 ml  
  2. con l'altra siringa pulita (per non contaminare con l'aroma il flacone della base neutra) preleviamo 12 ml di base neutra e versiamoli nel flaconcino da 15 ml

A questo punto possiamo chiudere il flaconcino, agitarlo bene e lasciarlo riposare (vedere "Maturazione" più avanti).

Se state miscelando un aroma singolo che già conoscete e volete utilizzare tutta la boccetta, basterà calcolare la percentuale in maniera inversa, ovvero se la boccetta d'aroma è da 10 ml come in questo caso e la volete diluire sempre al 20%, 10 ml sono il 20% di 50 ml. Basterà quindi versare tutti i 10 ml di aroma in un flaconcino vuoto da almeno 50 ml e poi versare i restanti 40 ml di base neutra.
 

Calcolo con il metodo del volume
 

 

1.4 Maturazione (Steeping)

 

Il liquido può essere svapato anche dopo pochi minuti, ma la resa aromatica non sarà ottimale.  
E' sempre necessario attendere del tempo per far "maturare" gli aromi (in inglese tale processo è definito "steeping") ed è consigliabile lasciar riposare i liquidi lontani dalla luce diretta del sole e da fonti di calore. 
Alcuni aromi necessitano più tempo di altri per maturare ed in generale quelli cremosi necessitano più tempo di quelli fruttati.  
Per semplicità su Vape Ministry troverete il tempo di maturazione consigliato all'interno della scheda prodotto degli aromi, che nel caso del Tweenside è di 5-8 giorni.  Col passare dei giorni noterete un cambiamento nella gradazione del colore del liquido, che da trasparente diverrà ambrato, questo è del tutto normale.  Per curiosità, provate a svapare il liquido dopo poche ore, mettetelo via e riprovatelo dopo 6 giorni...

 

 

Parte 2: MIXING AVANZATO

 

Questa parte della guida è un approfondimento sulla diluzione di aromi concentrati per la preparazione di liquidi fai da te per sigaretta elettronica.

2.1 La Scelta della Base Neutra 

 

Per una buona riuscita nella preparazione di liquidi per sigaretta elettronica è importante avere un'idea generale sulle basi neutre che si utilizzano per miscelare e diluire gli aromi.  Come accennato nella prima parte dedicata al Mixing Base, le sostanze che compongono un liquido per sigaretta elettronica sono essenzialmente:

Gli aromi fai da te per sigaretta elettronica possono essere oleosolubili o idrosolubili. Nei liquidi per sigaretta elettronica si utilizzano aromi idrosolubili, che sono solitamente disciolti in PG o VG e a volte possono contenere tracce di alcol (i produttori solitamente dichiarano questi valori).

PG e VG (più nicotina, acqua bidistillata e/o alcol se desiderati) andranno a formare la base neutra insapore ed inodore nella quale andremo poi a miscelare i vari aromi (volendo è anche possibile svapare le basi neutre senza aromi).  Questi elementi possono essere acquistati separatamente o in soluzioni complete già pre-miscelate.

Qual'è la differenza? Sostanzialmente nessuna, è una questione di preferenza.  Avere gli "ingredienti" separati comporta dei passaggi aggiuntivi ma permette una maggiore flessibilità nel mix per ottenere esattamente il risultato desiderato, avere una base pre-miscelata è invece più semplice ma impone di dover scendere a compromessi, che vedremo in seguito. 

Spesso avrete visto sigle del tipo 50/50 3mg/ml oppure 70/30 3mg/ml sui liquidi pronti che avete acquistato. Queste sigle indicano la percentuale tra VG e PG del liquido e la gradazione di nicotina in esso contenuta (nell'esempio 3 mg per ogni ml).

Uhm... bene e quindi? Perchè VG e PG sono miscelati insieme? E soprattutto perchè esistono percentuali diverse di VG/PG? 

In realtà non è strettamente necessario miscelare VG e PG insieme, si potrebbe creare un liquido tutto in VG o tutto in PG ma solitamente si miscelano tra loro perchè entrambi i liquidi hanno caratteristiche desiderabili, vediamo quali:
 

  • Il PG è un liquido meno denso e più "leggero" rispetto alla VG ed è quindi più facilmente assorbito dal cotone, ha una resa aromatica migliore ma ha una "throat hit" più accentuata (il classico colpo in gola, tipico delle sigarette) e produce poco vapore.  In rari casi il PG può causare reazioni allergiche o irritazioni.
  • La VG è un liquido molto più denso e "pesante" rispetto al PG ed è quindi assorbito con più difficoltà dal cotone, ha una resa aromatica inferiore ma ha una "throat hit" quasi nulla e produce tanto vapore.  La VG, inoltre, aggiunge un sentore leggermente dolciastro ai mix.
  • Acqua e alcol non sono solitamente utilizzati nelle preparazioni di basi neutre ma possono essere utili in alcuni casi. Supponiamo che un individuo sia allergico al PG e debba quindi utilizzare una base full VG per i suoi mix,  in questo caso l'acqua bidistillata potrebbe essere utile per diluire la glicerina vegetale e renderla meno densa oppure l'alcol si potrebbe usare per aumentare un pò la sensazione di colpo in gola o per dare un sentore alcolico nei mix. Personalmente non ho mai avuto l'esigenza di dover aggiungere acqua o alcol nelle basi neutre, per semplicità quindi userò esempi di basi con sole percentuali di VG e PG.


Qual'è dunque la percentuale di VG/PG ideale?  

Dipende in gran parte dal vostro modo di svapare. Chi ad esempio svapa di polmone ad alti wattaggi, solitamente preferisce una prevalenza di VG (70/30, 80/20, 90/10) poichè il tiro, che produce molto vapore, risulta cosi più "morbido" in gola.  Chi invece svapa di guancia a wattaggi più bassi e flussi d'aria più ristretti, producendo meno vapore, solitamente preferisce una percentuale più bilanciata tra VG/PG (60/40, 50/50, 40/60) per accentuare la resa aromatica ed avere un colpo in gola più "netto".  

La nicotina se aggiunta alla base neutra VG/PG contribuisce ad aumentare la sensazione di colpo in gola (throat hit), per questo motivo negli atomizzatori da polmone solitamente si usano gradazioni di nicotina piuttosto basse, intorno a 1,5 o 3 mg/ml, al fine di evitare un tiro troppo "graffiante" e "carico", mentre in quelli da guancia si riescono ad utilizzare gradazioni ben più alte, fino ed oltre i 18 mg/ml.

La scelta della percentuale VG e PG dovrebbe dipendere anche dal tipo di sigaretta elettronica che state utilizzando, se ad esempio avete una eGo JustFog e svapate un 80/20 aspettatevi una resa non ottimale.  I fori di pescaggio sono semplicemente troppo piccoli per gestire un liquido cosi denso ed il cotone farà fatica ad alimentarsi, con conseguente rischio di sapore bruciato tipico delle dry hit (attivazioni della coil con cotone asciutto).

Oltre a queste, ci sarebbero molte altre considerazioni da fare, che però esulano dallo scopo di questa guida. Potete trovare un approfondimento sull'argomento in quest'altro articolo dedicato ai liquidi migliori per atomizzatori da guancia e da polmone. Quanto detto dovrebbe esser sufficiente per avere un'idea generale sul rapporto tra VG e PG e la gradazione di nicotina che potrebbe fare al caso vostro. Detto questo, possiamo passare alla fase di mixing vera e propria!
 

 

2.2 Ricette e Preparazione

 

Nella prima parte della guida dedicata al Mixing Base abbiamo visto come miscelare un singolo aroma in una base neutra pre-miscelata con il metodo a goccia e quello a volume. In questa seconda parte vedremo come miscelare più aromi sia in una base neutra pre-miscelata che in una base neutra di nostra scelta, utilizzando il metodo a volume (millilitri) e quello a peso (grammi). 
Entrambe le metodologie sono valide, io personalmente preferisco miscelare per peso perchè lo trovo molto più pratico e veloce.

Tutto quello che ci serve per iniziare è una ricetta e un calcolatore per la preparazione di liquidi per sigaretta elettronica, che sarà utile per ottenere facilmente le quantità di ogni singolo ingrediente che dovremo aggiungere al mix.
La ricetta che utilizzerò emula il gusto dei cioccolatini alla menta, se non siete amanti dei liquidi con la menta potete seguire la guida utilizzando qualsiasi altra ricetta.

Gli aromi e le percentuali richieste per questa ricetta sono:

  • TFA - Creme de Menthe (5%)
  • TFA - Double Chocolate (Clear) (10%)
  • T-Svapo - Menta Ice (1%)

Aprendo il link del calcolatore vedrete una pagina simile a quella mostrata qui di seguito, ad eccezione dei valori che ho già precompilato.

calcolatore aromi sigarette elettroniche

NB. Se state usando una base neutra pre-miscelata (Es. 70/30 a 3mg/ml) potete mettere qualsiasi dato fittizio in questi campi, il calcolatore servirà solo per estrapolare le quantità di aromi necessarie in base alla quantità che si vuole produrre. Non preoccupatevi di eventuali avvisi di errore.
Se invece avete gli ingredienti come PG, VG e boccetta con nicotina separati, potete impostare i valori che desiderate ottenere, e dovrete poi verificare che il mix sia fattibile. 

Nell'esempio:

  • Quantita di liquido da preparare: 30 ml di liquido
  • Gradazione di nicotina finale: prepareremo 30 ml di liquido con gradazione di nicotina a 6 mg/ml
  • Percentuale PG e VG finali: ho scelto una percentuale finale di 50% PG e 50%VG 
  • Base con Nicotina: inserite i valori della base con nicotina che avete. Io sto utilizzando un booster T-Svapo 50/50 con 20 mg/ml di nicotina
  • Aromi: ho aggiunto i 3 aromi e inserito le percentuali riportate nella ricetta (per aggiungere un aroma bisogna cliccare su "Add flavor")

A questo punto possiamo andare a controllare le quantità da miscelare in fondo alla pagina per verificare che il mix sia possibile e poi procedere! Se ricevete qualche messaggio di errore, probabilmente avete inserito una percentuale PG/VG o una gradazione di nicotina finale non realizzabile con i paramentri impostati.  

ricetta aroma fai da te per sigaretta elettronica


Nelle quantità da miscelare potete notare 3 colonne:

  1. la prima indica i millilitri di ogni ingrediente necessari per realizzare il mix (Metodo a Volume)
  2. la seconda indica i grammi di ogni ingrediente necessari per realizzare il mix (Metodo a Peso)
  3. la terza indica il valore percentuale di ogni ingrediente nel mix* 

*Bisogna fare una precisazione: Questi valori indicano le % necessarie di ogni singolo ingrediente per ottenere il liquido aromatizzato con le percentuali di aromi, VG, PG e nicotina desiderati inseriti nei campi iniziali. Se state utilizzando una base pre-miscelata non potete ovviamente modificare le singole quantità di PG, VG e nicotina della base neutra in quanto questi saranno valori fissi, potete solo aggiungere le percentuali degli aromi nelle quantità indicate. Questo comporta, ad esempio, che se state usando una base pre-miscelata 70VG/30PG con nicotina a 6 mg/ml e aggiungete un totale di 16% di aromi (gli aromi sono solitamente disciolti in PG), il vostro risultato finale sarà un liquido aromatizzato con circa 60VG/40PG e nicotina 5 mg/ml.  Vedremo più avanti le differenze nel procedimento vero e proprio.


2.3 Mixing per Volume

 

Siamo pronti per realizzare il mix, utilizzando i valori nella prima colonna (millilitri) del calcolatore.
Il materiale necessario per creare il liquido in esempio sarà:

Se utilizzate ingredienti singoli per la base neutra o un'alta percentuale di VG in una base pre-miscelata, consiglio di togliere l'ago e di utilizzare una siringa graduata da almeno 10 ml per la VG poichè, essendo molto densa, passa con difficoltà nel beccuccio della siringa. Per PG e aromi potete utilizzare anche siringhe più piccole, da 1 o 5 ml, mantenendo l'ago per praticità. Ogni volta che prelevate la quantità necessaria con la siringa, assicuratevi di rimuovere eventuali bolle d'aria capovolgendo la siringa.

Esecuzione:

Solitamente aggiungo prima gli aromi e poi gli altri ingredienti, ma è possibile seguire qualsiasi ordine. Seguiamo dunque le indicazioni riportate nella prima colonna del calcolatore (ml):

  1. preleviamo 1.5 ml di "Creme de Menthe" e versiamoli nel flacone vuoto da 30 ml.
  2. ripetiamo per 3 ml di "Double Chocolate (Clear)" e 0.3 ml di "Menta Ice".  

A questo punto abbiamo 4.8 ml di aromi nel flaconcino da 30 ml a cui dobbiamo aggiungere la base neutra.

A) Se utilizzate una base neutra pre-miscelata, non vi resta che:

  1. misurare e prelevare 25.2 ml ("Total base" - nella figura o cumunque 30 ml - 4.8 ml = 25.2 ml) e versarli nel flaconcino

B) Se invece state usando gli ingredienti singoli, andranno miscelati uno ad uno nelle quantità indicate:

  1. misurare e versare 10.5 ml di VG
  2. ripetere con 5.7 ml di PG
  3. infine aggiungere 9 ml dalla basetta con nicotina

Una volta misurati e versati tutti gli ingredienti nel flaconcino potete chiudere, agitare e lasciar riposare il liquido. 
Congratulazioni, il liquido è pronto! (vedere maturazione più avanti)

 

 

2.4 Mixing per Peso

 

Per preparare un liquido miscelando per peso, utilizzeremo i valori riportati nella seconda colonna del calcolatore (grammi).  In questo modo evitiamo di dover fare calcoli manuali.  Senza addentrarci troppo in nozioni di fisica, ogni ingrediente ha un peso specifico che a noi interessa per sapere a quanti grammi corrisponde ogni millilitro.

I pesi in grammi riportati nella seconda colonna sono derivati dai seguenti valori:

  • PG: 1.038 g/ml (5.7 x 1.038 = 5.91 gr)
  • VG: 1.262 g/ml (10.5 x 1.262 = 13.25 gr)
  • Nicotina Pura: 1.01 g/ml 
  • Nicotina 20 mg/ml in base 50/50: 1.15 g/ml ((4.5 x 1.038)+(4.5 x 1.262)= 10.35 gr)
  • Aromi: hanno un peso specifico che solitamente va da 0.97 a 1.08 grammi per millilitro.  Essendo le variazioni cosi piccole, per convenzione si utilizza il valore di 1 g/ml.  Nell'esempio infatti potete vedere che 3 ml di aroma equivalgono a 3 grammi (volendo è possibile abilitare l'opzione per usare il peso specifico dichiarato dal produttore).  

Fortunatamente il calcolatore effettua per noi tutti i calcoli pertanto nella seconda colonna ci fornisce già i pesi da usare per ogni singolo ingrediente. Come facciamo però se utilizziamo una base pre-miscelata a sapere qual'è il peso specifico per ogni millilitro?  Anche in questo caso il calcolatore ci risparmia la fatica di fare calcoli.  Nella figura in esempio qui sotto ho aperto una nuova finestra e impostato la quantità ad 1 ml ed inserito i valori per una base neutra 50VG/50PG a 3 mg/ml (la nicotina non influisce significativamente sul peso, per 6 mg/ml troverete lo stesso valore).

mixing per volume sigarette elettroniche


Come vediamo il peso corrispondente è di 1.15 grammi per millilitro, questo dato teniamolo da parte, ci servirà in seguito.
 

preparazione aroma fai da te: le formule



Abbiamo ora tutti i dati per procedere, vediamo allora il materiale necessario per miscelare per peso:

Esecuzione:

Anche in questo caso, personalmente preferisco miscelare prima gli aromi, ma è possibile procedere in qualsiasi ordine: 

  1. accendiamo la bilancia ed attendiamo che sia pronta mostrando 0.00
  2. mettiamo il flaconcino vuoto da 30 ml sulla bilancia e premiamo il tasto "Tara" per riportare il peso a 0.00
  3. preleviamo con una pipetta un pò di aroma "Creme de Menthe" ed iniziamo a versarlo dentro il flaconcino da 30 ml. Eseguite questa operazione lentamente in modo da permettere alla bilancia di aggiornarsi. Una volta che il peso sarà arrivato a 1.50 grammi circa (1.48 o 1.52 va bene lo stesso!) premete il tasto "Tara" per riportare la bilancia a 0.00 e passate all'aroma successivo e cosi via per tutti gli ingredienti:
  4. versiamo 3 grammi di "Double Chocolate (Clear)"
  5. aggiungiamo 0.3 grammi di "Menta Ice"

Una volta versati tutti gli aromi, siamo pronti per aggiungere la base neutra:

A) Se state usando ingredienti singoli per la base neutra:

  1. aggiungete 13.25 grammi di VG
  2. a seguire 5.91 grammi di PG
  3. infine aggiungete 10.35 grammi di booster con la nicotina

B) Se state usando una base pre-miscelata:

  1. moltiplicate i millilitri di base neutra da aggiungere (Total base = 25.2 ml) per il peso specifico della base pre-miscelata che avete trovato col calcolatore (nell'esempio precedente per una base 50/50 avevamo trovato un valore di 1.15 g/ml che quindi equivale a: 25.2 x 1.15 = 28.98 grammi).
  2. versate quindi 28.98 grammi di base neutra nel flacone da 30 ml

A questo punto la fase di preparazione è conclusa! Potete chiudere il flacone e lasciar riposare il liquido.
 

 

2.5 Maturazione (Steeping)

 

Quanto detto nella prima parte della guida riguardo allo steeping dei liquidi per sigaretta elettronica può essere approfondito aggiungendo alcune considerazioni.  Abbiamo visto che in generale gli aromi cremosi necessitano di più tempo rispetto a quelli fruttati per amalgamarsi nel mix e raggiungere il profilo aromatico finale.  Il tempo necessario dipende anche dalla composizione della base neutra. Una base con prevalenza di VG (es. 80/20) richiederà molto più tempo di una base più bilanciata (es. 50/50). Per avere un'idea, una ricetta creata usando una base neutra 50/50 potrebbe avere un tempo di steeping di 7-8 giorni, mentre la stessa ricetta creata con una base neutra 70/30 necessiterebbe più tempo, orientativamente 4 gg in più per ogni incremento del 10 % di VG, quindi 16 giorni in questo caso.
Bisogna però chiarire che se state pensando di replicare una ricetta trovata online nata per un certo tipo di base VG/PG, qualora decideste di cambiare le percentuali VG/PG, senza aggiustare le quantità degli aromi, il risultato finale potrebbe essere totalmente sballato indipendentemente dal tempo di steeping (un aroma diluito al 10% in una base 50/50 non avrà la stessa resa aromatica se diluito alla stessa percentuale in una base 70/30; solitamente è necessario incrementare un pò le dosi aromatiche se si utilizza più VG e viceversa se se ne utilizza meno).
 

 

3. Conclusione

 

Questo conclude la nostra BREVE guida sulla preparazione di liquidi con aromi per sigaretta elettronica online!  Miscelare basi e aromi sicuramente richiede un minimo di dimestichezza ma, una volta apprese le metodiche ed i calcoli coinvolti, è sicuramente un processo anche molto gratificante che permette di realizzare mix esattamente bilanciati sui propri gusti.  Speriamo, dunque, che questa guida vi sia utile per iniziare a preparare con successo i vostri liquidi fatti in casa! Se vi è piaciuta, non dimenticate di condividerla! 
A noi non resta che augurarvi... happy mixing! 

 

 

2 Commenti

agostino:
01/05/2018, 16:47:54
Rispondi

Ciao una domanda ma se uso aggitatore magnetico cambia qualcosa per la maturazione degli aromi grazie?

Vape Ministry:
04/05/2018, 19:40:02

Ciao Agostino, per nostra esperienza alcune miscele possono beneficiare dell'utilizzo di un agitatore magnetico specialmente quelle ad alto contenuto di VG e/o basate su aromi "cremosi" o alcuni tipi di tabaccosi. Sconsigliamo però di scaldare la miscela durante il processo in quanto il calore impatta molto negativamente sulla nicotina. Qualora il mix fosse privo di nicotina, è possibile invece scaldare leggermente la miscela durante l'agitazione (pochi gradi oltre la temperatura ambiente) per agevolare ulteriormente il processo.

Davide:
07/05/2018, 18:04:20
Rispondi

Ciao! Io uso una base 70/30 e metto 3 di nicotina. Mi piacciono gusti al biscotto magari con una punta fruttata..la dose che faccio sono 80ml di base e metto 20ml di aroma, es: 15 ml di biscotto e 5ml di frutta. Purtroppo il gusto non lo si sente molto mi sapresti dire come mai e consigliarmi dosi diverse?

Vape Ministry:
15/05/2018, 22:12:15

Beh un'aromatizzazione al 20% non è poco, dovresti sentire l'aroma. Che tipo di atomizzatore utilizzi e a che potenze svapi? Sicuramente una base 50/50 potrebbe migliorare la resa aromatica e ridurre i tempi di maturazione, magari dipende anche dall'aroma al biscotto che stai utilizzando... che marca usi?

Lascia un commento

Loading...